Se vuoi, tu puoi

1 Quando egli scese dal monte, una gran folla lo seguì. 2 Ed ecco un lebbroso, avvicinatosi, gli si prostrò davanti, dicendo: «Signore, se vuoi, tu puoi purificarmi». 3 Gesù, tesa la mano, lo toccò dicendo: «Lo voglio, sii purificato». E in quell’istante egli fu purificato dalla lebbra. 4 Gesù gli disse: «Guarda di non dirlo a nessuno, ma va’, mostrati al sacerdote e fa’ l’offerta che Mosè ha prescritto, e ciò serva loro di testimonianza».

(Matteo 8)

bibbiaaperta

Gesù scende dal monte, dove aver terminato di insegnare. E raccoglie il primo frutto della fede. Un lebbroso gli si avvicina, gli si prostra davanti, e gli dice «Signore, se vuoi, tu puoi purificarmi».

Notate come si svolge la scena. Un lebbroso, ossia una persona con una malattia che lo rendeva impuro agli occhi di tutti, dopo aver ascoltato Gesù, invece di tenersi a grande distanza come prescrivevano le disposizioni del tempo, si avvicina a Gesù.

Si avvicina a Gesù perchè ha sentito la Parola del Signore dirgli che la salvezza era stare presso di Lui, che la salvezza era stare con Lui. Ascolta alla Parola.

Si prostra davanti al Signore, perchè ha sentito la Parola del Signore dirgli che occorre obbedire ad essa e soltanto ad essa. Padre Nostro, sia fatta la Tua volontà. Si prostra, perchè tutto l’uomo, non solo l’anima, nè solo il corpo, devono obbedienza a Dio, ma tutto l’uomo deve essergli sottomesso.

Chiede al Signore, domanda al Signore di essere guarito, perchè ha sentito la Parola dire che da solo non può far nulla, che per quanto possa fare o dire non può aggiungere neppure un istante alla sua vita, non può guarire neppure un centimetro quadrato della sua pelle. Ha capito che è solo per fede e solo per grazia che può essere salvato, e quindi fa la cosa sola sensata che può fare, rende gloria a Dio, a Do solo (Signore), accoglie la Sua volontà, ad essa si sottomette (se vuoi), riconosce la Sua onnipotenza (tu puoi purificarmi).

3 Gesù, tesa la mano, lo toccò dicendo: «Lo voglio, sii purificato».
E in quell’istante egli fu purificato dalla lebbra.

Gesù accoglie la preghiera del lebbroso, riconosce la sua fede.
Cercate il Signore, il Signore è vicino, Egli si farà trovare.
Il Signore accoglie il grido del povero e di chi chiede aiuto.

Gesù accoglie la preghiera del lebbroso, la Parola di Dio non smentisce se stessa. La guarigione avviene perchè l’uomo cerca Dio, e lo cerca riconoscendo la sua miseria.

Gesù disse Lo voglio perchè prima l’uomo aveva detto Lo riconosco, lo so, Tu, Tu solo puoi.
La guarigione è istantanea. In quell’istante. Parola ed agire di Dio sono la stessa cosa. Incomprensibile per il nostro essere umani, segnati dallo spazio e del tempo, ma questa concomitanza è propria dell’essere di Dio. Come nella Creazione, Dio disse, e le cose furono, il Creato fu, così nei racconti di guarigione, Dio parla e la guarigione è cosa fatta. Senza cesura temporale. Perchè il Signore del tempo non ha bisogno di aspettarlo. Perchè il Signore della vita lo è senza pause.

4 Gesù gli disse: «Guarda di non dirlo a nessuno, ma va’, mostrati al sacerdote e fa’ l’offerta che Mosè ha prescritto, e ciò serva loro di testimonianza».

Non dirlo a nessuno, ossia non farti bello di ciò che è accaduto, non usare del miracolo per affermare un tuo qualsiasi primato, di merito o di fede o di altro. Vai dal sacerdote, via al Tempio, vai al luogo dove gli uomini e le donne adorano Dio e mostrati, semplicemente, mostra la grandezza della Parola di Dio, mostra semplicemente ciò che la Parola di Dio, nella Sua sovranità, ha operato in Te, rendigli grazie (fa l’offerta), riconosci l’unità della Parola di Dio (che Mosè ha prescritto), per Lui non c’è antico e nuovo, Egli è lo stesso ieri, oggi e sempre, è il nostro essere limitati che non ci fa cogliere appieno l’assoluta è piena continuità di Alleanza, tu mostragliela mostrandoti guarito (ciò serva loro di testimonianza).

Ognuno di noi ha una lebbra che lo affligge, una malattia che devasta il suo corpo o la sua anima. Diciamo con tutta la fede di cui siamo capaci, «Signore, se vuoi, tu puoi purificarmi», e poi accogliamo la Sua volontà. 

Amen.

Informazioni su Luca Zacchi

http://www.lucazacchi.it - On the ancient path of God, the Holy Bible. Work in #InformationTechnology and #Communication since 1984. Project #digitalstrategy. #PlaySubbuteo since 1973
Questa voce è stata pubblicata in Fede_Cristiana. Contrassegna il permalink.