Tre coppie

19 «Non fatevi tesori sulla terra, dove la tignola e la ruggine consumano, e dove i ladri scassinano e rubano; 20 ma fatevi tesori in cielo, dove né tignola né ruggine consumano, e dove i ladri non scassinano né rubano.21 Perché dov’è il tuo tesoro, lì sarà anche il tuo cuore.

22 La lampada del corpo è l’occhio. Se dunque il tuo occhio è limpido, tutto il tuo corpo sarà illuminato; 23 ma se il tuo occhio è malvagio, tutto il tuo corpo sarà nelle tenebre. Se dunque la luce che è in te è tenebre, quanto grandi saranno le tenebre!

24 Nessuno può servire due padroni; perché o odierà l’uno e amerà l’altro, o avrà riguardo per l’uno e disprezzo per l’altro. Voi non potete servire Dio e Mammona.

(Matteo 6)

lucesentiero

Tre coppie di opposti nella Parola di Dio di oggi.

La prima: tesori sulla terra, destinati ad essere corrotti e consumati, rubati o scassinati, nessuno escluso, oppure tesori nel cielo.A quali tesori guarda il nostro cuore?
Fate attenzione però. Non significa vivere su una nuvola. L’amore gratuito di un uomo o di una donna, con cui siamo uniti in Dio, con cui camminiamo verso di Lui, fa parte del tesoro nel cielo. Dipende sempre da come lo viviamo, se attraverso questo amore vediamo Dio oltre che il nostro orgoglio e il nostro piacere.

La seconda: l’occhio limpido, che sta a significare un corpo pieno di luce, e l’occhio malvagio, che sta a significare un corpo pieno di tenebre. Entrambi vedono, entrambi ci consentono di camminare, di andare avanti. Ma è ben diverso il luogo dove questi occhi ci portano.
Le luci del corpo di tenebra, del corpo mosso da un cuore malvagio, sono falsi segnali, falsi indicatori, ci portano fuori dal sentiero che porta alla salvezza, ci disperdono per vie di morte. Di queste luci false il mondo è pieno. Come dice Paolo, la notte è avanzata, il giorno è vicino; gettiamo dunque via le opere delle tenebre e indossiamo le armi della luce (Romani 13,12).

La terza coppia, in realtà prefigurata già dalle prime due: Dio o Mammona. A noi scegliere chi servire. Un po’ l’uno un po’ l’altro non si può. Certo a volte rispettiamo la Parola di Dio, a volte pecchiamo, ma dove sta il nostro cuore, dove guarda il nostro occhio, che luce segue?
Si può sbagliare tutto nella vita, ma non il proprio orientamento. Cosa cerco? La vita nuova in Dio, attraverso Cristo Gesù, o la (stolida, perchè finirà nel peggiore dei modi) sopravvivenza su questa terra?

A noi la risposta, a noi la scelta. Che sia quella giusta.

Amen.

Informazioni su Luca Zacchi

http://www.lucazacchi.it - On the ancient path of God, the Holy Bible. Work in #InformationTechnology and #Communication since 1984. Project #digitalstrategy. #PlaySubbuteo since 1973
Questa voce è stata pubblicata in Fede_Cristiana. Contrassegna il permalink.