Pillole di blog: le divisioni tra i cristiani

Ci sono sempre state, inutili farsi troppe illusioni. Io sono di Cefa, io di Apollo, io di Paolo… Però lo Spirito è più grande di esse è il giudizio ultimo, fortunatamente, sarà di Dio e non di alcun uomo.

Ma mi chiedo, detto questo, e forti della Parola di Dio e della nostra confessione di fede, è proprio necessario nei nostri scritti o sermoni insultare i cattolici chiamandoli papisti, definire il Papa come l’Anticristo, oppure chiamare i protestanti eretici,  dire che Lutero era uno scismatico antisemita (come se i cattolici poi li avessero amati tanto gli ebrei), dire che tutti i pentecostali sono fanatici esibizionisti e via di questo passo?

Secondo me e la mia modestissima opinione non solo non è necessario, ma è peccare contro l’unità. Pensando che l’unità sia un compito che dobbiamo fare noi e non lo Spirito. Dio è Uno, noi lo possiamo essere solo se aderiamo a Lui nel modo più profondo in cui siamo capaci, tenendoci stretti al Cristo ed alla Sua Parola.

Il resto lo fa il Signore e soltanto lui. Noi siamo cooperatori, servi senza pretese. Facciamocela una domanda però: usando questi modi di rivolgerci a chi, ci piaccia o no, è un fratello per il quale Lui è morto e risorto (attenzione, che è ben diverso da dire sei in errore perchè o per come!, quello va detto, con franchezza e carità), aiutiamo il diffondersi del Vangelo?

bibbia-dottrina

 

Informazioni su Luca Zacchi

http://www.lucazacchi.it - On the ancient path of God, the Holy Bible. Work in #InformationTechnology and #Communication since 1984. Project #digitalstrategy. #PlaySubbuteo since 1973
Questa voce è stata pubblicata in Fede_Cristiana. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Pillole di blog: le divisioni tra i cristiani

  1. Norma ha detto:

    Ecco la grazia della Pentecoste: lo Spirito Santo regala alla Chiesa doni e carismi diversi a servizio dell’unica Verità.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.