Suggerimenti per la preghiera (dal 13 al 19 giugno)

Ricevo e condivido dal fratello pastore Elpidio Pezzella

Settimana 25/2016 – La testimonianza venduta

Ed essi, radunatisi con gli anziani e tenuto consiglio, diedero una forte somma di denaro ai soldati, dicendo: «Dite così: “I suoi discepoli sono venuti di notte e lo hanno rubato mentre dormivamo”. 

Matteo 28:12-13

Secondo il racconto di Matteo, delle guardie erano state poste dai sacerdoti e dagli anziani a custodia del corpo di Gesù nell’immediato post mortem. Gli annunci della sua resurrezione avevano messo in preallarme gli oppositori del Cristo e il sinedrio di Gerusalemme non resta ad aspettare. Non ci saranno comunque guardie, né forze dell’ordine, che potranno impedire l’opera stabilita da Dio! Può invece accadere che la verità venga stravolta o totalmente cancellata. Infatti, Matteo narra di una falsa testimonianza da parte delle guardie, resa in cambio di una cospicua somma di denaro. I soldati presenti al sepolcro, seppur avevano assistito a qualcosa di straordinario e unico, vendono la verità. Purtroppo tutte le volte che si antepongono interessi e profitti personali, la verità è minacciata. Lo stesso accade con la predicazione del Vangelo quando al suo fianco camminano attività pseudocommerciali e/o interessi privatistici. Ogni fedele servitore sa che per predicare l’Evangelo deve rinunciare a sé stesso. Allo stesso modo ogni credente è chiamato a custodire la verità che lo ha reso libero e a non barattarla per “un piatto di lenticchie”.

La sindrome di Elia
La tentazione o momento di debolezza è alla portata di tutti. Per questo nessuno si reputi forte o indenne. Uomini grandemente usati da Dio hanno vacillato nel momento che hanno dato spazio ai loro convincimenti, smarrendo la conoscenza della volontà del Signore. Lo stesso profeta Elia, dopo aver visto il fuoco scendere dal cielo in risposta alla sua invocazione, si lascia avvolgere dalla paura per le minacce della regina Jezebel. In quel frangente subentra la convinzione di essere rimasto da solo, e che non vale più la pena continuare. Questo stato lo definisco “sindrome di Elia”, e coglie chiunque si sforza di fare e conoscere la volontà del Signore nel momento in cui lo sguardo si ferma alla propria persona. Attenzione ai condizionamenti esterni, ai pregiudizi personali, perché quando intraprenderemo un percorso fuori dalla Sua volontà ci ritroveremo presto a dover fare il viaggio a ritroso: così accadde ad Elia. Presto potremmo poi essere rimpiazzati da altri, per la serie “tutti utili ma nessuno indispensabile”.

bibbiaaperta

Lettura della Bibbia
13 giugno       Salmi 24-26; Romani 8-9
14 giugno       Salmi 27-29; Romani 10-11
15 giugno       Salmi 30-32; Romani 12-13
16 giugno       Salmi 33-35; Romani 14-15
17 giugno       Salmi 36-38; Romani 16; 1Corinti 1
18 giugno       Salmi 39-41; 1Corinti 2-3
19 giugno       Salmi 42-44; 1Corinti 4-5

Informazioni su Luca Zacchi

http://www.lucazacchi.it - On the ancient path of God, the Holy Bible. Work in #InformationTechnology and #Communication since 1984. Project #digitalstrategy. #PlaySubbuteo since 1973
Questa voce è stata pubblicata in Fede_Cristiana. Contrassegna il permalink.