IX – Non Credo in qualcuno di generato

Geniale questo post di Berlicche… Vi consiglio di leggerlo tutto, per intero.

“Questo asserisce il Credo: “il Figlio…generato, non creato, della sostanza del Padre”. Pochi uomini capiscono quanto sia blasfema questa mescolanza di creazione e generazione. L’orrore ci spinge ad agire per cancellare quelle frasi affrettate che offendono chi le ascolta. Un essere umano, udendole, potrebbe farsi l’idea di essere qualcosa di più di un nostro trastullo. La stessa memoria di quella infelice iniziativa del Nemico deve essere rimossa.

Per invalidare questa riga del Credo il metodo più semplice è sradicare dagli umani il concetto stesso di generazione.

Generare è un processo indeterminato. Il suo prodotto sfugge al controllo; è dare origine ad una nuova vita, ad una persona differente. Gli esseri viventi questo lo sanno bene. Il Nemico li ha fatti perché essi stessi generino: “fecondità”, la chiamano. Il nome del meccanismo è “sesso”. Il luogo dove la generazione si esercita e le generazioni si ritrovano si chiama “famiglia” ed è lì che i viventi imparano i rudimenti di questo incomprensibile guazzabuglio.

Se vogliamo cancellare il concetto di “generato” dobbiamo dividere la riproduzione dal sesso, il sesso dall’amore, l’amore dalla famiglia. Dobbiamo renderli in-fecondi, de-generati.”

Berlicche

Compagni dell’oscurità, penso che anche a voi questa storia della generazione non sia mai andata giù.

Altro è la creazione. La creazione è okay per noi. Ti inventi una cosa, la progetti nei particolari, la realizzi. Il risultato è tuo, tutto tuo: non ci sono concessioni, hai il dominio completo. Ciò che è creato è oggetto e non soggetto; è tuo servo, è tuo giocattolo.

E’ anche per questo che, all’inizio, avevamo poche obiezioni sull’Universo. Era una creazione: certo, pieno di difetti tipo la materia, la luce e le altre carabattole che il Nemico-che-sta-Lassù si era messo in testa di ficcarci entro. Ma erano solo deliri di una divinità senescente, non abituata ad avere a che fare con intelletti superiori come quelli di Nostro Padre che sta Quaggiù e di noi stessi.

Mentre la generazione implica un concetto che a noi disturba profondamente: l’amore. Volere il bene di qualcun altro…

View original post 827 altre parole

Informazioni su Luca Zacchi

http://www.lucazacchi.it - On the ancient path of God, the Holy Bible. Work in #InformationTechnology and #Communication since 1984. Project #digitalstrategy. #PlaySubbuteo since 1973
Questa voce è stata pubblicata in Fede_Cristiana. Contrassegna il permalink.