Affinchè non cadiate sotto il giudizio

9 Fratelli, non lamentatevi gli uni degli altri, affinché non siate giudicati; ecco, il giudice è alla porta. 10 Prendete, fratelli, come modello di sopportazione e di pazienza i profeti che hanno parlato nel nome del Signore. 11 Ecco, noi definiamo felici quelli che hanno sofferto pazientemente. Avete udito parlare della costanza di Giobbe, e conoscete la sorte finale che gli riserbò il Signore, perché il Signore è pieno di compassione e misericordioso.
12 Soprattutto, fratelli miei, non giurate né per il cielo, né per la terra, né con altro giuramento; ma il vostro sì, sia sì, e il vostro no, sia no, affinché non cadiate sotto il giudizio.

(Giacomo 5)

Poi c’è ancora chi osa dire che la Parola di Dio non è attuale, che è obsoleta, che non ha più nulla da dire ai nostri tempi. Pensate anche soltanto alle cronache di questo piccolo paese che è l’Italia. A quanto scrivevo poco fa del politico Marco Pannella, applicando al ‘non giudicate’, ovvero, non vi attribuite l’ultimo giudizio che è soltanto di Dio, o a tutte le discussioni sui nostri politici che giurano,o dicono di averlo fatto, su questo o quell’altro libro o testo…

Non giudicate, non giurate, ci ripete l’apostolo Giacomo, ripete, perchè altro non fa che ribadire i precetti del Cristo a riguardo, perchè non vi appartiene il giudizio, potete solo sperare nella compassione e nella misericordia di Dio per voi, come per il primo o l’ultimo dei vostri più o meno scellerati fratelli, e non vi appartiene il giuramento, perchè non siete padroni di nulla, di niente, nè del cielo, nè della terra, non del vostro corpo, nè della vostra anima.

Tutto è del Signore. Quello che potete fare è discernere, volta per volta, tra quello a cui dire si, con la parola e con la vita, e quello a cui dire no, con la parola e con la vita. E dovete dire si a quello che è secondo la Parola di Dio e no a quello che è contro la Parola di Dio.

Il di più, viene dal Maligno, dice Gesù, ed è così; è quello che vi arrogate di credere di vostra competenza, quando non lo è affatto.
La vita, stabilire quando farla iniziare o quando farla finire, non lo è.
La sessualità, derogare dal “maschio e femmina” non lo è.

E così via. Perchè Dio è buono e pietoso dicono i Salmi, è compassionevole e misericordioso, ci ricorda Giacomo, ma GUAI a cadere sotto il Suo giudizio!

Accresci la nostra fede Signore!
Amen, secondo la Tua volontà.

img_20160221_071039.jpg

Informazioni su Luca Zacchi

http://www.lucazacchi.it - On the ancient path of God, the Holy Bible. Work in #InformationTechnology and #Communication since 1984. Project #digitalstrategy. #PlaySubbuteo since 1973
Questa voce è stata pubblicata in Fede_Cristiana. Contrassegna il permalink.