Non sia turbato il vostro cuore

1 «Il vostro cuore non sia turbato; abbiate fede in Dio, e abbiate fede anche in me!
2 Nella casa del Padre mio ci sono molte dimore; se no, vi avrei detto forse che io vado a prepararvi un luogo? 3 Quando sarò andato e vi avrò preparato un luogo, tornerò e vi accoglierò presso di me, affinché dove sono io, siate anche voi; 4 e del luogo dove io vado, sapete anche la via».
5 Tommaso gli disse: «Signore, non sappiamo dove vai; come possiamo sapere la via?» 6 Gesù gli disse: «Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me».

(Giovanni 14)

bibbiaaperta

Motivi di turbamento del cuore.
Non mancano, ognuno ha i suoi.

Il Signore Gesù in questo bellissimo brano del Vangelo secondo Giovanni ci dice che non c’è altra strada per risolverli in positivo questi turbamenti, per sciogliere i nodi della nostra vita, che fidarsi di Lui, affidarsi a Lui, affidarsi al Padre che lo ha mandato per la nostra salvezza.

Perciò, se hai dei dubbi su quale sia la via che devi prendere, affidati a Lui, Egli è la Via.
Se con la ragione non riesci a discernere cosa sia vero e giusto, affidati a Lui, Egli è la Verità.
Se addirittura non capisci perchè sei al mondo, affidati a Lui, Egli è la Vita.

Non sono belle parole, non sono facili consigli spirituali! E’ la realtà della nostra vita.
La nostra vita come realmente è, non come ce la disegna o vorrebbe disegnarcela il mondo, o ce la disegnamo da soli con i peccati delle nostre fantasie.

Il consiglio di Gesù è un consiglio concreto, da leggere nella Sua Parola.

La Scrittura ci dice quale sia il retto sentiero, la retta via da percorrere nella nostra vita. E se non lo vediamo è solo perchè il nostro peccato ci acceca, il nostro orgoglio intorpidisce i nostri sensi, i poteri di questo mondo cercano di pervertire il nostro sentire.

La Scrittura ci dice cosa sia vero e giusto e retto agli occhi di Dio. Solo quello dobbiamo cercare per noi. Nient’altro, come si suol dire, ci porteremo appresso, ci porteremo con noi nell’eternità. Non i beni di questo mondo, non il denaro, non le ricchezze che svaniscono, non il putridume di cui pare tanti di noi non riescono a fare a meno, pur sapendo ciò che è, putridume, roba che avvelena le nostre vite e le vite di chi abbiamo accanto.

La Scrittura ci dice cosa sia Vita e cosa sia morte. E quasi mai è come sembra ai nostri occhi. Ricordiamoci che per noi la Croce è stoltezza e follia, ma che Dio l’ha tramutata nel solo mezzo della nostra salvezza.

Così, ad esempio, la cura per l’altro, per il proprio coniuge, il proprio figlio, il proprio genitore, è spesso fatica, peso, croce, “morte”, ma per Dio è Vita! Quello è vita! Giocarsi la vita per chi hai messo al mondo, per chi il Signore ti ha messo accanto, quello è vita. Anche se agli occhi del mondo sembra che non lo sia.

Per il mondo un bambino è inutile, un malato è inutile, un vecchio è inutile. O “ti fanno del bene” o meglio scartarli, meglio non averli. Sono come oggetti comprati al mercato. Li compri per gratificarti l’esistenza, i bambini, o li getti in discarica perchè te la appesantiscono, i malati e gli anziani.

La soluzione del mondo si chiama aborto, si chiama eutanasia, si chiama nuova schiavitù, si chiama morte!

La soluzione di Dio è affidarlo a te, quel bambino, quel malato, quell’anziano! Proprio quello, non un altro. Un soggetto, non un oggetto! Si chiama cura! Si chiama amore gratuito! Si chiama carità! Si chiama misericordia! Si chiama Vita!

Allorapur con il cuore turbato, non facciamo a Dio troppe domande.

Perchè la risposta è una e gia ce l’ha data.

«Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me»

Io è il Signore Gesù, il Verbo Incarnato, la Parola.

Amen, Signore, secondo la Tua volontà.

 

Informazioni su Luca Zacchi

http://www.lucazacchi.it - On the ancient path of God, the Holy Bible. Work in #InformationTechnology and #Communication since 1984. Project #digitalstrategy. #PlaySubbuteo since 1973
Questa voce è stata pubblicata in Fede_Cristiana. Contrassegna il permalink.