Mercoledì Santo, il terzo inquietante canto

Rimproveri del Signore al suo popolo
(Is 59:1-4; Gr 3:6-8) Gr 32:17-23
1 Così parla il SIGNORE:
«Dov’è la lettera di divorzio di vostra madre con cui io l’ho ripudiata?
Oppure a quale dei miei creditori io vi ho venduti?
Ecco, per le vostre colpe siete stati venduti,
per i vostri misfatti vostra madre è stata ripudiata.
2 Perché, quando io sono venuto, non si è trovato nessuno?
Perché, quando ho chiamato, nessuno mi ha risposto?
La mia mano è davvero troppo corta per liberare,
oppure non ho la forza di poter salvare?
Ecco; con la mia minaccia io prosciugo il mare,
riduco i fiumi in deserto;
il loro pesce diventa fetido per mancanza d’acqua
e muore di sete.
3 Io rivesto i cieli di nero,
do loro un cilicio come coperta».

Il servo del Signore oltraggiato e soccorso
(Sl 40:6-13; Lu 18:31-33; Fl 2:5-11; Eb 5:7-10) La 3:19-33
4 Il Signore, DIO, mi ha dato una lingua pronta,
perché io sappia aiutare con la parola chi è stanco.
Egli risveglia, ogni mattina, risveglia il mio orecchio,
perché io ascolti, come ascoltano i discepoli.
5 Il Signore, DIO, mi ha aperto l’orecchio
e io non sono stato ribelle,
non mi sono tirato indietro.
6 Io ho presentato il mio dorso a chi mi percoteva,
e le mie guance a chi mi strappava la barba;
io non ho nascosto il mio vòlto
agli insulti e agli sputi.
7 Ma il Signore, DIO, mi ha soccorso;
perciò non sono stato abbattuto;
perciò ho reso la mia faccia dura come la pietra
e so che non sarò deluso.
8 Vicino è colui che mi giustifica;
chi mi potrà accusare?
Mettiamoci a confronto!
Chi è il mio avversario?
Mi venga vicino!
9 Il Signore, DIO, mi verrà in aiuto;
chi è colui che mi condannerà?
Ecco, tutti costoro diventeranno logori come un vestito,
la tignola li roderà.
10 Chi di voi teme il SIGNORE
e ascolta la voce del suo servo?
Sebbene cammini nelle tenebre, privo di luce,
confidi nel nome del SIGNORE
e si appoggi al suo Dio!
11 Ecco, voi tutti che accendete un fuoco,
che siete armati di tizzoni,
andatevene nelle fiamme del vostro fuoco e fra i tizzoni che avete accesi!
Questo avrete dalla mia mano:
voi vi coricherete nel dolore.

bibbiaaperta

Mercoledì Santo, terza feria della Settimana Santa, si legge il terzo canto del Servo del Signore. Solitamente se ne legge solo la parte centrale, i versetti dal 4 al 9, quella dove è prefigurata la Passione del Cristo (le percosse, gli insulti, gli sputi) ed è annunciato il suo tener duro fino alla fine (l’indurimento del volto, come pietra).

Oggi l’ho letto tutto il capitolo 50 e, confesso, alla luce di quanto è successo, ieri in Europa, in Belgio e pochi giorni fa in Mali (a proposito, stessa brutalità, stessi assassini, numero di morti e feriti simile, ma nessuna eco sui social, nessun #prayformali, nessuna bandiera sui profili, nessun #jesuisbamako, chiediamoci come mai…), i primi versetti mi hanno inquietato.

Contengono un durissimo atto di accusa da parte del Signore verso il suo popolo.
Li riporto di seguito:

1 Così parla il SIGNORE:
«Dov’è la lettera di divorzio di vostra madre con cui io l’ho ripudiata?
Oppure a quale dei miei creditori io vi ho venduti?
Ecco, per le vostre colpe siete stati venduti,
per i vostri misfatti vostra madre è stata ripudiata.
2 Perché, quando io sono venuto, non si è trovato nessuno?
Perché, quando ho chiamato, nessuno mi ha risposto?
La mia mano è davvero troppo corta per liberare,
oppure non ho la forza di poter salvare?
Ecco; con la mia minaccia io prosciugo il mare,
riduco i fiumi in deserto;
il loro pesce diventa fetido per mancanza d’acqua
e muore di sete.
3 Io rivesto i cieli di nero,
do loro un cilicio come coperta».

Il messaggio è chiaro.
Il popolo di Dio ha abbandonato il Suo Signore, ha smesso di cercarlo, ha smesso di pregarlo, si è venduto per il potere, per il denaro, si è abbandonato agli idoli.

Ecco, per le vostre colpe siete stati venduti,
per i vostri misfatti vostra madre è stata ripudiata.
2 Perché, quando io sono venuto, non si è trovato nessuno?
Perché, quando ho chiamato, nessuno mi ha risposto?

Il Signore è venuto, ci ha redenti, ci ha salvati, ma dove sono i credenti?
Il Signore chiama, continua a chiamare, la Sua Parola continua a risuonare tra di noi, perchè nessuno la ascolta?

Gli uomini, tanta umanità, si è venduta al principe di questo mondo.
La sposa del Signore ha tradito il suo talamo e si è prostituita al mondo.
Il messaggio di questi versetti, secondo i biblisti, è rivolto principalmente al Regno del Nord, a Israele. Che ha visto la grandezza della salvezza operata dal Signore, ha passato il Mar Rosso, eppure pare essersi scordato della prosperità di cui ha goduto grazie alla fede nel Signore.

Ho pensato, lo confesso, alla fede in Cristo che va scomparendo, prima nel Nord Europa, poi nell’emisfero Nord, e mi sono inquietato.
Mi pare che la profezia di Isaia si attagli perfettamente anche ai nostri giorni.
Ho pensato al buio dell’eutanasia, dell’eugenetica, dell’aborto programmato ed incentivato, ai programmi per l’eliminazione dei disabili fin dal grembo materno, alla sessualità pervertita e mercificata, alla famiglia disintegrata, derisa ed impoverita come forse mai nella storia dell’umanità.
Ho pensato a tante chiese cristiane del Nord Europa, sempre più vuote, sempre più ridotte, da centri dell’annuncio della Parola di Dio, a propugnatori di servizi di assistenza sociale, a organizzazioni non governative, direbbe qualcuno vestito di bianco…
Ho pensato alle chiese vuote del Belgio e della Francia, al messaggio pervertito che viene oggi anche da tante chiese del nostro paese, che pare tristemente avviarsi sulla stessa china.

Ho pensato tutto questo, e sono piombato nel buio, nel nero. Il nero del versetto 3…

3 Io rivesto i cieli di nero,
do loro un cilicio come coperta

E ho visto nella mia mente il drappo nero degli assassini dell’ISIS, il drappo nero di ogni assassino ed omicida. Assassini foraggiati de noi stessi, dagli stolidi giochi di potere dei servizi segreti e dalle nazioni, da chi genera Moloch che poi non riesce più a controllare. L’ISIS come Al Qaeda, come tutti o quasi i gruppi terroristi di ogni paesi, che godono di connivenze con il potere, che cercano il potere come gli stessi poteri del mondo che dicono di combatterli.

Ho pensato alle tante immagini di europei, di belgi, che scappano dall’aeroporto o  dalla metropolitana con le coperte del loro dolore addosso (un cilicio come coperta).

La salvezza?
Conformarsi al Cristo.
Conformarsi al Servo Obbediente del Signore.
Obbedire alla Parola di Dio anzichè agli uomini.
Rifiutare le scorciatoie del denaro e del potere.
Smetterla di ricercare il benessere a tutti i costi, a spese dei nostri vicini, dei poveri di questo mondo.
Smetterla di scegliersi il prossimo da soccorrere e farsi prossimo di ogni sofferenza e dolore.
Tutto questo si chiama conversione.

Fare questo non toglierà mai del tutto le tenebre dalla nostra vita, perchè il peccato ci accompagnerà finchè avremo vita, ma ci farà camminare alla luce eterna di Dio, guiderà i nostri passi.

Oppure, dice l’altrettanto inquietante versetto 11, scegliete la radicalità, scegliete il terrore contro il terrore.
Vi danno fuoco? Rispondete con un fuoco più grande.
Vi attaccano con dei tizzoni? Fate altrettanto.
Finirete bruciati tra le fiamme che voi stessi avrete acceso, voi vi coricherete nel dolore.

10 Chi di voi teme il SIGNORE
e ascolta la voce del suo servo?
Sebbene cammini nelle tenebre, privo di luce,
confidi nel nome del SIGNORE
e si appoggi al suo Dio!
11 Ecco, voi tutti che accendete un fuoco,
che siete armati di tizzoni,
andatevene nelle fiamme del vostro fuoco e fra i tizzoni che avete accesi!
Questo avrete dalla mia mano:
voi vi coricherete nel dolore.

Signore, accresci la nostra fede.
Fa che siamo capaci di indurire la nostra faccia, come il Tuo Servo Gesù.
Fa che induriamo la nostra faccia sulla roccia della Tua Parola.
Fa che induriamo la nostra faccia sulla roccia del Tuo Cristo.

Senza tirarci indietro, neppure di fronte agli sputi ed agli insulti, che il nostro stesso agire spesso ci merita, ci ha meritato.

Amen.

Informazioni su Luca Zacchi

http://www.lucazacchi.it - On the ancient path of God, the Holy Bible. Work in #InformationTechnology and #Communication since 1984. Project #digitalstrategy. #PlaySubbuteo since 1973
Questa voce è stata pubblicata in Fede_Cristiana. Contrassegna il permalink.