Di questi “cattolici” non parlateci più

l'ovvio e l'evidente

Mario Adinolfi

Ci sarebbe il Quirinale. Di Sergio Mattarella mi fido un pizzico di più e gli chiedo rispettosamente come possa non ravvisare estremi di incostituzionalità plateali in una normativa che assegna il diritto alla reversibilità della pensione, alla successione testamentaria, all’utilizzo del cognome del partner solo a 7.500 coppie omosessuali attualmente conviventi con 529 minori e non alle 900.000 coppie di fatto eterosessuali con 700.000 bambini che sono totalmente escluse da questi pletorici “nuovi diritti”. Siamo davvero alla Fattoria degli Animali orwelliani con alcuni animali più uguali degli altri e anche dentro 1984 visto che queste valutazioni le leggete solo qui e su nessun altro luogo della comunicazione. Se muore un gay il compagno prende la sua pensione, se muore un uomo che con una donna ha fatto tre figli e ci vive insieme da trent’anni, la donna non può accampare alcun diritto. E’ pensabile costituzionalmente questa unione civile riservata…

View original post 104 altre parole

Informazioni su Luca Zacchi

http://www.lucazacchi.it - On the ancient path of God, the Holy Bible. Work in #InformationTechnology and #Communication since 1984. Project #digitalstrategy. #PlaySubbuteo since 1973
Questa voce è stata pubblicata in Fede_Cristiana. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Di questi “cattolici” non parlateci più

  1. Paul Candiago ha detto:

    Fra 30 giorni molti Cattolici rivenderanno Cristo per 30 pezzi d’argento. Mii auguro e prego di non perpretare, con i mieli peccati, di nuovo questo crimine. Cordiali saluti di Qaresima, Paul

    Mi piace

  2. Paul Candiago ha detto:

    Signor Giusi, la via del Cristiano e’ la via del Calvario.
    Valido anche per questi tempi in cui la Chiesa e’sempre piu’ in alto mare e sbattuta dai marosi delle forze del male, nelle forme piu’ sofisticate di apostasia, idolatria, materialismo e soprattutto di contestazione al suo Magisterio per confondere il Gregge dei fedeli uniti in Fede al Corpo Mistico di Cristo.
    E’ Cristo stesso che ci dice, con sua Parola etena, che pregando si possono muovere le montagne: riportare la Chiesa al suo Slendore iniziale quale Sposa Immacolata Istituita da Cristo e che per Essa ha dato il Suo Sangue di Salvezza Eterna.
    Viviamo il tempo in cui la profezia del Beato Papa Paolo VI e’ in effetto:”il fumo di Satana e’ entrato nella Chiesa”.
    A consolazione, come lei accenna, la Santa Madre Maria ci assicura che con la recitazione giornaliera e nel modo dovuto, del santo Rosario abbiamo a nostra disposizione l’arma invincibile per far fronte a tutte le forze di Satana per vincere la confrontazione fra Bene e Male. Uniti in preghiera, cordiali saluti, Paul

    Mi piace

I commenti sono chiusi.