Il corto-circuito dialettico, lo scempio telematico e il festival dei sub-normali

Condivido il parere dell’amico Paolo Pugni: Geniale!

“Riscontro con sempre maggior amarezza il bisogno quasi sessuale, per innumerevoli soggetti, di sentirsi “intelligenti”. Di aver il plauso di una platea, per quanto magari popolata da zombie anencefali. Di ricercare parossisticamente l’approvazione da parte dell’ipotetico interlocutore, indipendentemente da quanto assurdo e ripugnante e stupido sia il “dictum” propalato: puri contenitori senza alcun contenuto.

Ripenso a certune considerazioni sviluppate, tra gli altri, da Toni Negri sulla “società fluida”, le incrocio con altre proposte da Panfilo Gentile e, alla fine, stufo di snocciolare altisonanti nomi, ci metto del mio e scelgo la cara, vecchia fenomenologia spicciola auspicando di rendermi comprensibile: siamo di fronte alla fluidificazione totale dei ruoli professionali e, quindi, sociali. Una piaga che miete intellettualmente più vittime di una pandemia di Ebola.”

spaccavetri

Francesco Natale

Mi dispiace. Mi dispiace davvero. Anzi, no: non me ne frega un cazzo, in verità. Ma a me certune situazioni spediscono la Carità Cristiana nel regno dei numeri algebrici e mi fanno salire lo stalinismo draconiano.

Partiamo dalla tesi: il vostro qui presente considera ormai il “Secondo me…” come la più metastatica forma di cancro dialettico immaginabile.

Basta premettere tale epiteto formulare alla cazzata cosmica che si sta per sparare e, tah-dah, ecco che ci si sente titolati, indipendentemente dal pozzo entropico di ignoranza terminale da cui si è sbucati o nel quale si continua a vivere, a concionare come novelli Platone, come redivivi Guenon, come resuscitati Solzenycin.

L’avvento prima e la proliferazione smodata poi del media telematico hanno garantito ad una sterminata platea di sub-normali, che in quanto tali 90 su 100 assommano in sé pure una sicumera, una supponenza, una pedanteria da sagrestano fuori parametro, la vetrina…

View original post 1.127 altre parole

Informazioni su Luca Zacchi

http://www.lucazacchi.it - On the ancient path of God, the Holy Bible. Work in #InformationTechnology and #Communication since 1984. Project #digitalstrategy. #PlaySubbuteo since 1973
Questa voce è stata pubblicata in Fede_Cristiana. Contrassegna il permalink.